La storia di un iPad che ha (quasi) fatto il giro del mondo

Ecco la storia di come ho avuto un iPad gratis: il mio primo iPad, che ha (quasi) fatto il giro del mondo. Una bella storia di scambio, nata da un tweet, che non ho mai avuto l’occasione di raccontare a molti di voi.

Era il 2010. Io avevo qualcosa più di 700 follower su Twitter, avevo iniziato a lavorare con costanza come social media manager da meno di un anno e avevo un iPhone 3GS.  Il 2010 è l’anno in cui è stato lanciato l’iPad: un cambiamento radicale nella fruizione delle notizie, dei media e per la gestione del lavoro in multitasking.
Detta così sembra il riassunto degli stati del digitale in Italia: ma davvero ricordo la prima volta che ho visto Flipboard e aver pensato che quello avevo letto in Essere Digitali di Negroponte si stesse avverando nel concreto.

Continue reading

Facciamo un indiretto? Avere 15 anni su Twitter.

Twitter è cambiato e cambia ogni giorno.
Nonostante il famoso limite di 140 caratteri è un social network che lascia sempre spazio a un sacco di creatività e fantasia: soprattutto se parliamo di teenager e della commistione di canali (per esempio: Whatsapp + Twitter + Instagram).
Mi rendo conto di tutto questo quando controllo i Trending Topic in Italia e inizio a sentirmi vecchia, notando che la novità del giorno per esempio non sono più le liti fra Directioners e Beliebers (ormai acqua passata, direte voi, e avete ragione), o perlomeno non solo quelle.

Come i teenager e le directioners usano twitter e whatsapp

Ecco quindi il caso di ieri sera (24 luglio 2014) e di un Trending Topic diverso dal solito.

Continue reading

Digital Strategy: un corso per tornare alle origini e capire le forme del nuovo paesaggio digitale

D come Digital Landscape

Corso_DigitalStrategy_Bianca_Presentazione_13maggio.002

Sono ormai alcuni anni che mi occupo di comunicazione digitale, principalmente come social media manager, digital pr specialist e nella parte strategica e di pianificazione di progetti organizzati su diversi canali.

Alcuni mesi fa ho conosciuto Marina Calcagno Baldini, Matteo Valsasina e il mondo di StartMiUp a Milano. Conoscevo già il progetto e sono stata felice di iniziare con loro nel nuovo percorso di offerta formativa che stanno proponendo. Il primo passo – con cui contribuirò personalmente – sarà il Corso di Digital Strategy: Torniamo alle origini.

Continue reading

L’odore della notte

«Sì, a seconda dell’ora la notte cangia odore.»

 

Ci sono cose che accadono poche volte durante l’anno.
Io, l’odore della notte, lo sento sempre alla fine dell’inverno, quando iniziano ad alzarsi le temperature, e alla fine dell’estate, quando in agosto iniziano a esserci le notti fredde.

Un paio di mesi fa, a metà gennaio, ho avuto uno dei primi ‘momenti’ di quest’anno.
È difficile da spiegare.

Alcune sere, quando inizia la notte, non c’è più il sole e c’è silenzio – questo è importante: ci deve essere silenzio – se passeggio per strada e mi fermo a osservare le cose sento l’odore della notte.
È l’odore di un sacco di cose e lo senti a metà del naso e nel palato. È l’odore dell’aria fredda e di quello che è successo durante tutta una giornata in un quartiere. E cambia in base a un sacco di variabili.

Continue reading

Incontrarsi a cena è molto meglio che organizzare un meeting

C come Cucina 2.0

Se dovessi elencare gli interessi che difficilmente perdo, anche nei momenti più carichi a livello lavorativo durante l’anno, dovrei ammettere che la passione per l’atto del cucinare – proprio l’idea di smettere di fare altre cose e iniziare a preparare cibo fra padelle e forno – merita sempre uno dei primi posti in classifica. Anche per questa motivazione sono stata molto felice, alcuni mesi fa, di partecipare a un evento sulla Cucina 2.0 come esempio in carne ed ossa del progetto Girl Geek Dinners Brescia.

È arrivata quindi l’ora di condividere con voi le immagini che mi hanno scattato Mariachiara e Fabrizio all’evento Storie di Cucina 2.0: quando la passione per il cibo diventa una startup e un paio di appunti: meglio tardi che mai.

Continue reading

Il blog di Bianca Ferrari