Case Study

Art of Cooking dai ricettari Ikea ai video

Sicuramente avrete letto un paio di mesi or sono della scelta bellissima da parte di Ikea, pienamente in linea con il resto della comunicazione, di personalizzare i nuovi ricettari con la partecipazione del fotografo Carl Kleiner che ha creato delle stupende illustrazioni fotografiche in cui con una logica simile alla creazione di infografiche, nelle proporzioni delle misure, o con uno stile ricercato di bilanciamento e organizzazione degli ingredienti nello spazio.

Il risultato? Semplicemente stupendo. E adesso con la collaborazione di Eric Severin ed Evelina Bratell nascono anche le istruzioni, rapidissime in formato video.

Ikea – Art of cooking – Make sushi! from Carl Kleiner on Vimeo.

Se vi siete persi la parte di immagini legate al progetto Homemade Is Best dei ricettari vi consiglio questo post completo di tutte le informazioni scritto da Giulia per Cosebelle. Nel post trovate anche i riferimenti, ad esempio, alle applicazioni create da Ikea per l’occasione.

Il concetto interessante da analizzare quindi non è solo la bellezza o la pulizia grafica e realizzativa sia per la parte fotografica sia per lo studio del concept e dello styling video (notare che le ricette, gli strumenti e gli ingredienti risultano chiari per qualsiasi popolo, la rappresentazione iconografica risolve qualsiasi problema di lingua) ma anche la struttura dell’offerta finale.

L’interesse tipicamente associato al mondo del food da parte delle giovani coppie si unisce nella proposta di piatti conosciuti e internazionali, presentando strumenti Ikea senza la spinta di un branding forzato sul prodotto, con un’idea brevissima che ripercorre lo standard di attenzione massima dei contenuti e alta viralizzazione potenziale.

Se siete interessati date un’occhiata anche a questo blog dove le ricette vengono presentate in un modo gustoso e un po’ diverso dal solito: forty-sixth at grace

(via GOOD)